FAQ


Colecistectomia Laparoscopica in Elezione

Nell'intervento programmato la tecnica laparoscopica è sicura?

La colecistectomia laparoscopica è oggi considerato da tutte le società chirurgiche internazionali l’intervento di scelta (“gold standard”) per la calcolosi della colecisti.

Quali sono i rischi principali?

In mani esperte (chirurghi appartenenti a gruppi ospedalieri con elevata affluenza) le complicanze sono rare in interventi eseguiti in modo programmato: 1-5% circa di conversioni al taglio tradizionale, <1% danno alle vie biliari (che peraltro viene di solito risolto con tecniche endoscopiche e solo in una quota molto minore impone il reintervento), < 1% sanguinamento che richiede un re-intervento d’urgenza o il posizionamento di un drenaggio attraverso la pelle, senza rioperare. L’infezione delle piccole ferite chirurgiche (di solito all’ombelico) è una eccezione assoluta.

Quante sono le incisioni cutanee?

Le incisioni cutanee possono essere tre o quattro: una in regione periombelicale, una paraombelicale destra e una paraombelicale sinistra e l’ultima sotto lo sterno a sinistra vicino all’arcata costale. Quando sono tre le incisioni, il chirurgo sceglie in funzione delle dimensioni corpo del paziente.

quanto dura l'intervento?

In mani esperte 60-90 minuti se non ci sono complicanze.

E' un intervento doloroso?

l’intervento non è minimamente doloroso in quanto eseguito in anestesia generale. Subito dopo l’intervento il dolore è ben controllato con i comuni farmaci anti-dolorifici che il chirurgo e l’anestesista somministrano al paziente per 1-2 gg. Dolori lievi o lievissimi di assestamento sono possibili fino a 7-10 gg dopo l’intervento e sono ben sopportabili e controllabili con blandi anti-dolorifici. In caso contrario è opportuno rivolgersi al chirurgo per chiarimenti. Il dolore dopo colecistectomia laparoscopica è ben controllato dai comuni farmaci antidolorifici.

Vi possono essere altri sintomi sgradevoli dopo l'intervento?

un dolore alla spalla destra (o più raramente sinistra)  non è infrequente nelle prime 24-48 ore ed è dovuto alla irritazione del nervo diaframmatico da parte del gas di anidride carbonica immesso nella pancia durante la laparoscopia. Il dolore in genere è ben sopportabile o controllabile con i comuni anti-dolorifici. La sua scomparsa è costante

la nausea o molto più raramente il vomito sono sintomi talvolta descritto dai pazienti (5% dei casi circa) ed è dovuto di solito ai farmaci somministrati per effettuare l’anestesia generale. Pertanto tende a scomparire entro 1-2 gg massimo. Comunque può essere ben controllata da farmaci somministrati al paziente che ne lamenta la presenza. A casa nei primi giorni la nausea può comparire soprattutto se la dieta non è seguita in modo corretto. In tal caso controllare e alleggerire la dieta e frazionare i pasti. Riferire al chirurgo se persiste.

Altri sintomi (dolore toracico, difficoltà respiratoria gonfiori, vertigini ecc…) sono una eccezione assoluto e se compaiono occorre sempre riferirlo al chirurgo

Quanto dura il ricovero?

Il ricovero dopo l’intervento dura solo un giorno: il paziente viene ricoverato la mattina del giorno dell’intervento e, con decorso postoperatorio regolare, a giudizio del chirurgo, è possibile la dimissione la mattina dopo l’intervento.

Quando e come è consigliabile mangiare dopo l'intervento?

il paziente può cominciare a rimangiare con dieta semiliquida già dal giorno successivo all’intervento.

Per i primi 20 giorni è opportuno effettuare una dieta povera di grassi (sughi, oli cotti, latticini ecc….);

pasta in bianco con olio d’oliva, carne bianca, pesce bianco magro, frutta di stagione, verdura fresca e acqua in discrete quantità (circa 1,5-2 litri al giorno).

Poi gradatamente si può riprendere una dieta libera, che diventa completamente sovrapponibile a quella precedente all’intervento dopo circa 30-40 gg

Quando vengono rimossi i punti cutanei?

I punti cutanei vengono rimossi tra la settima giornata e la decima giornata postoperatoria in ambulatorio.

E' necessario portare una pancera?

Assolutamente no

Quando è possibile fare il bagno o la doccia?

E’ consigliabile dopo 3 giorni dall’intervento, proteggendo le ferite con cerotti che vanno rimossi al termine e sostituiti con nuovi cerotti.

Quando è consigliabile riprendere l’attività lavorativa?

Se il decorso è stato ottimale, è consigliabile riprendere l’attività lavorativa dopo sette / dieci giorni dall’intervento.

Quando è consigliabile guidare l'automobile?

Dopo 15 gg, in assenza di complicanze locali o generali

Quando è consigliabile riprendere l’attività sportiva?

Se il decorso è stato ottimale, è consigliabile riprendere l’attività sportiva dopo un mese dall’intervento.

Quando è consigliabile prendere il sole?

Il sole evidenzia le cicatrice recenti: è consigliabile proteggere le cicatrice con cerotti o creme solari a protezione totale per almeno sei / dodici mesi dall’intervento.