Convegno SICE Italia Occidentale – Aosta 27/10/2017


Il 27 ottobre u.s. si è tenuto presso la Sala Conferenze del Palazzo Regionale della Città di Aosta il Convegno SICE Italia occidentale intitolato: “L’emicolectomia destra per neoplasia: dall’approccio tradizionale ai nuovi standard oncologici chirurgici”, presieduto dal Prof. Mario Morino e diretto dal Dott. Riccardo Brachet Contul.

La Valle d’Aosta non è una regione facilmente raggiungibile, ma ciò non è stato di particolare ostacolo: il convegno, monotematico, ha riscosso un grande successo con la partecipazione di circa 80 chirurghi colorettali provenienti da Piemonte, Valle d’Aosta, Lombardia, Liguria e Sardegna.

La patologia neoplastica del colon destro è stata trattata dal punto di vista storico, anatomico, diagnostico, tecnico, tecnologico e oncologico e tutti i chirurgi (giovani, meno giovani e specializzandi) hanno partecipato con attenzione e interesse ai lavori scientifici riguardanti un tema di rilevanza sanitaria e di attualità chirurgica, essendo i tumori colo-rettali la seconda causa di mortalità per neoplasia in Italia e in Europa.

Le autorità aziendali e politiche regionali sono attivamente intervenute a inizio giornata, portando anche spunti di riflessione sull’importanza dell’innovazione e del mantenimento delle eccellenze sanitarie regionali e nazionali, in questo lungo periodo di sofferenza del SSN.

Inoltre, il contributo di soci esperti nel settore, di rilievo nazionale e internazionale (molti dei quali presidenti o ex presidenti o membri onorari delle più importanti società scientifiche italiane estere) è stato determinante per la riuscita dell’evento della SICE, società scientifica chirurgica che, nell’ambito della chirurgia oncologica mini-invasiva e tecnologica – e non è retorica – occupa un ruolo di primo piano sia nel panorama italiano che in quello europeo.

Tutta la giornata scientifica è stato impreziosita dalla commemorazione del collega e maestro Umberto Parini, nel decennale della sua scomparsa: molti dei presenti hanno avuto il privilegio di conoscerlo e ci sono stati diversi momenti in cui le sue le qualità morali e l’eccellenza professionale sono state ricordate, anche attraverso diapositive, foto e video di tecnica chirurgica.

Al termine del convegno, i giudizi sono stati molto positivi con particolare apprezzamento per la tematica trattata e per la formula dell’aggiornamento/evento, focalizzata nell’analisi e nella valorizzazione di un solo argomento scientifico in tutti i suoi aspetti.

Infine, non si può non fare un ringraziamento particolare ai Vertici della SICE, ai suoi Soci, ai Relatori, ai Partecipanti, a tutti i Colleghi del Reparto di Chirurgia Generale di Aosta, alla Segreteria Organizzativa, agli Sponsor dell’evento; senza il loro contributo non si sarebbe potuto ottenere un incontro scientifico così partecipato e di elevata qualità.