Stay Hungry. Stay Foolish (and be connected, united and share all you can!)


In questi giorni grigi, di notizie accavallanti, destruenti, spesso incomplete, confesso che non riesco più a seguire tanto la televisione e l’informazione.

Mi piace leggere, ed ho riletto il memorabile discorso pronunciato da Steve Jobs all’Università di Stanford il 12 giugno 2005 che tutti conoscete. Ci ricordiamo tutti la frase finale, il famoso Stay Hungry, Stay Foolish, ma diverse parti del discorso sono altrettanto vere soprattutto per noi professionisti.

“…Again, you can’t connect the dots looking forward; you can only connect them looking backwards. So you have to trust that the dots will somehow connect in your future. You have to trust in something — your gut, destiny, life, karma, whatever. This approach has never let me down, and it has made all the difference in my life…”

Già noi dobbiamo guardare al futuro, ma unendo i punti del passato. Mettendo insieme quante più notizie utili, importanti, cercando di scremare. E lo dobbiamo fare adesso, ora che è appena iniziata anche l’esplosione delle pubblicazioni sul tema COVID e chirurgia, prima di esserne sommersi. Abbiamo deciso, da un’idea brillante di tutto il Consiglio Direttivo, di farlo come meglio lo sappiamo fare.  Abbiamo creato una sezione nel sito riservato ai soci in cui metteremo quelle pubblicazioni scientifiche che , dopo un’attenta lettura, saranno ritenute valide, le più evidenti ed utili possibili.  Abbiamo anche deciso di fare una sorta di “Bignami” delle più evidenti raccomandazione da seguire nelle nostre sale operatorie. Presto un video.

Ancora Steve Jobs: “Your time is limited, so don’t waste it living someone else’s life. Don’t be trapped by dogma — which is living with the results of other people’s thinking. Don’t let the noise of others’ opinions drown out your own inner ( ed aggiungerei ETICA) voice. And most important, have the courage to follow your heart and intuition. They somehow already know what you truly want to become…”

Non vogliamo e non dobbiamo improvvisare, perché siamo professionisti. E solo rimanendo uniti riusciremo. Vi chiediamo pertanto di farvi parte attiva e di segnalarci quelle voci bibliografiche che credete possano essere utili, quelle chirurgiche ovviamente.

Ma non vogliamo solo fermarci qui…questo momento è anche Storia, quella con la S maiuscola, fatta della quotidianità professionale che non ha nulla a che vedere con quanto appare nel  Web. Abbiamo pertanto deciso di fare una sorta di diario dal fronte, anche questo in una sezione dedicata del nostro sito web, una raccolta delle vostre storie quotidiane, in modo pacato, anonimo, che ci aiuti a vedere la realtà per quella che è. Abbiamo deciso di chiamarla: “Noi speriamo che ce la caviamo (diario clandestino dal fronte COVID)”, una pluralizzaione del famoso libro di Marcello d’Orta. A voi carta e penna, e noi ce la caveremo sicuramente!

Stay Hungry. Stay Foolish   ( And be connected, united and share all you can!)

Un abbraccio a tutti…questo non è vietato nel web!

Ferdinando Agresta